更多

关闭

当前位置:语言中心 > 考试?培训?交流 > 意大利语 > 意大利语阅读辅导:关于禽流感

成绩查询考试日历

网赌ag追杀征兆|开户

意大利语阅读辅导:关于禽流感

http://www.yinghuaedu.com  来源:英华教育(青岛)语言中心  发布时间:2013-05-02 19:24:28

L'influenza aviaria, più comunemente definita "influenza dei polli", è una malattia infettiva causat...

L'influenza aviaria, più comunemente definita "influenza dei polli", è una malattia infettiva causata da alcuni virus influenzali che, generalmente, contagiano solo i volatili. Gli uccelli migratori sono considerati il "serbatoio naturale" dei virus dell'influenza aviaria e sono più resistenti all'infezione. Il pollame domestico, più sensibile e delicato, è anch'esso esposto a questi virus, che possono provocare due forme di malattia, distinte in base alla gravità. La prima è la forma a "bassa patogenicità", che di solito causa sintomi lievi e che può addirittura non essere notata. La seconda è invece la forma ad alta patogenicità, molto più seria della precedente, con una mortalità tra i volatili che può avvicinarsi al 100% in breve tempo.
Come avviene per gli esseri umani, anche l'influenza dei volatili si divide in tre gruppi, definiti A, B e C. A loro volta, i virus dell'influenza A sono divisi in 16 sottotipi H, e 9 sottotipi N. L'attuale epidemia di influenza aviaria è causata dal virus "H5N1", considerato particolarmente aggressivo e pericoloso per gli animali.

 

  L'evoluzione dell'influenza aviaria

L'influenza aviaria è stata scoperta per la prima volta in Italia - più precisamente in Piemonte - nel 1878, dallo studioso italiano Edoardo Perroncito; non avendo generato nei decenni successivi grandi epidemie naturali, l'infezione non ha mai dato luogo a studi approfonditi, ed è stata pressoché ignorata dall'industria del pollame e dalla comunità scientifica internazionale.
La situazione è nettamente cambiata dal 1997, quando è stato isolato nel sud est asiatico un nuovo sottotipo di virus dell'influenza aviaria, chiamato "H5N1"; questo sottotipo si è ben presto rivelato altamente patogeno, di rapida diffusione tra gli animali e, nella quasi totalità dei casi, letale entro 48 ore dal contagio. Il nuovo virus ha colpito per la prima volta anche 18 persone, causando loro gravi problemi respiratori e, in sei casi, la morte.
Tra il 2000 e il 2003 l'estesa diffusione dell'infezione ha portato l'abbattimento di 50 milioni di volatili nella sola Europa; vista la grande portata del virus soprattutto in Asia, la comunità scientifica ha iniziato a interrogarsi su come combattere l'attuale crisi influenzale e, soprattutto, su come prevenire e scongiurare i rischi di un'eventuale epidemia tra gli esseri umani.

 

  Lo stato della ricerca

Gli studi condotti fino a ora hanno appurato che gli uccelli infetti eliminano il virus attraverso la saliva, le secrezioni nasali e le feci, trasmettendo la malattia tramite un contatto diretto con esse, o con le superfici e l'acqua contaminate. L'infezione non manifesta segni evidenti nel periodo di incubazione.
Sulla base di queste considerazioni, i ricercatori ritengono che siano più a rischio gli allevamenti di pollame situati lungo le rotte migratorie degli uccelli selvatici, o nelle vicinanze delle zone di riposo e di riproduzione di questi ultimi. In proposito si stanno già cercando di adottare rimedi, per evitare il contatto tra i volatili di allevamento e quelli selvatici.
Per prevenire e combattere la diffusione dell'influenza aviaria, uno strumento utile è sicuramente la ricerca della sicurezza nella produzione animale e nei prodotti alimentari (
biosicurezza) unita, una volta identificato il virus, a un serio programma di vaccinazione dei volatili.

 

  L'influenza aviaria e l'uomo

Generalmente i virus dell'influenza aviaria non infettano l'uomo. Le rare occasioni in cui delle persone a stretta vicinanza con gli animali si sono ammalate sono state causate da condizioni igienico sanitarie fortemente precarie. Negli ultimi due anni, nei Paesi asiatici coinvolti dall'epidemia, si sono contagiati 100 milioni di volatili e poco più di 100 persone; i dati sono comunque tenuti costantemente monitorati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO).
La trasmissione del virus "H5N1" da animale infetto all'uomo e, di conseguenza, da uomo a uomo, può tuttavia avvenire se si verificano "riassortimenti genetici" tra l'influenza aviaria e quella umana, generando una patologia virale contagiosa. Per questo motivo è stato fortemente consigliato alla popolazione di vaccinarsi contro l'influenza stagionale e, in particolare, a chi ha più possibilità di esposizione a eventuali virus animali (es. gli allevatori).

 

  Il cibo

Per quanto riguarda gli alimenti di origine avicola, non è mai stato documentato alcun caso di malattia dovuto al consumo di carne o uova o al contatto con esse. Il virus non sopravvive infatti alla cottura, e viene completamente distrutto a 70 gradi. Teoricamente il virus potrebbe essere presente sulla superficie o dentro uova deposte da animali infetti, ma bisogna dire che questi di solito non riescono a deporre uova, perché muoiono entro 2 giorni.

 

  La situazione in Italia

Nel nostro Paese è attivo un sistema di sorveglianza per l'influenza aviaria, coordinato dal Dipartimento della Prevenzione e della Comunicazione, dalla Direzione Generale Sanità Veterinaria e degli Alimenti del Ministero della Salute, in collaborazione con il Centro di referenza Nazionale per l'influenza aviaria, presso l'Istituto Zooprofilattico delle Venezie.
Il sistema prevede anche il controllo della sorveglianza sugli allevamenti avicoli e sulle popolazioni di uccelli selvatici presenti in Italia, per prevenire e rilevare eventuali infezioni nel territorio nazionale.
A questo momento non si registrano focolai di virus aviari di tipo "H5N1" nei volatili domestici e selvatici.
Pur mantenendo elevata e costante la soglia di attenzione è necessario ricordare che, le previsioni di pandemia, non sono legate direttamente all'attuale epidemia di influenza aviaria, dato che il tempo intercorrente tra una pandemia e l'altra non ha mai superato le poche decadi, e che l'ultima registrata risale al 1968.

(责任编辑:高老师)

转载时请注明本文地址:http://www.yinghuaedu.com/kaoshi/ydly/view_1171.html

相关关键字: 意大利语 阅读 辅导 禽流感

上一篇:意大利语阅读:中意双语-纸上谈兵

下一篇:意大利语发音规则

扫描二维码加微信好友
扫描二维码查看手机名片

问吧

更多>>
咨询关于贵校俄语教师招...
你好,招聘事宜可以发送个人简历至人事部邮箱,相...[详细]
您好,打算寒假学德语,...
同学你好,学校2013年寒假开设各级别德语ag亚游旗舰厅|注册,具...[详细]
你好,请问现在有葡萄牙语...
同学你好,学校现有葡萄牙语白天,晚班和周末班班...[详细]
我要提问
#

英华外语承诺

全国免费咨询电话:0532-85925679

学费更优惠!
青岛英华教育语言中心,作为全国AAA级语言中心,秉承“平等教育、惠及大众”的原则,以公平合理的收费,超一流教学质量,赢得了广大学员认可与赞誉!
教学更权威!
语言中心采用“质量生存法则”,打造了一支由外国持证专家+海归硕士组成的精英教学团队,是岛城教学研究,教材研发的权威机构,岛城外语教学领航者。
服务更超值!
“想同学之所想,急家长之所急”是英华教育服务的理念。学校采用四位一体的服务模式,即:教务主管+ag亚游旗舰厅|注册顾问+班主任+任课教师的综合服务模式,属岛城首创!
网赌ag追杀征兆|开户更放心!
“选择英华,收获未来!”是所有英华人的承诺。中心ag亚游旗舰厅|注册包教包会,学不会免费重学。开课前无条件转班、调课。中心采用学员否决制,由学员对教学团队进行严格考核!